L'apparato di sostegno - Scuolacrash

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'apparato di sostegno

Scienze1 > Il corpo umano

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI TOMBOLO
SCUOLA  SECONDARIA I° GRADO "MARCO POLO"
Gruppo Alunni "classe II C" 2008 - 2009


IL CORPO UMANO

IL SISTEMA SCHELETRICO


Il sistema scheletrico è l'insieme delle ossa, delle cartilagini e delle articolazioni del corpo.
Le ossa sono formate da due tessuti connettivi: il tessuto osseo tessuto osseo e il tessuto cartilagineo.


IL TESSUTO OSSEO


Il tessuto osseo è formato da una sostanza intercellulare organizzata in lamelle nella quale sono contenuti gli osteociti distribuite in maniera concentrica attorno ai canali di havers nei quali sono contenuti i vasi sanguinei.
La sostanza intercellulare è costituita da acqua e osseina che si arricchisce con lo sviluppo di Sali minerali, queste sostanze donano all'osso consistenza, elasticità, rigidità e durezza.

Il tessuto osseo si divide in:

- il tessuto osseo spugnoso in cui le lamelle si intersecano delimitando piccole cavità dove si trova il midollo rosso.

- il tessuto osseo compatto in cui le lamelle sono addossate.


 
 

IL TESSUTO OSSEO CARTILAGINEO


Il tessuto osseo cartilagineo, o cartilagine, è costituito da una sostanza intercellulare molto densa e ricca di collagene, dove troviamo cellule sferiche dette condrociti; costituito per il 60% di acqua, ha una strutture consistente ma flessibile.

TIPI D' OSSA


All'interno dello scheletro umano distinguiamo tre tipi di ossa:

- le ossa piatte, sviluppate soprattutto in superficie. Sono costituite da due strati di tessuto osseo compatto tra cui è interposto uno strato di tessuto osseo spugnoso.

- le ossa corte, sviluppate in modo pressochè uguale in larghezza e lunghezza.

- le ossa lunghe nelle quali la lunghezza prevale sulla larghezza e spessore. Sono formate da un corpo centrale chiamato diafisi che presenta alle estremità due ingrossamenti chiamati epifisi.

La diafisi è formata all'esterno da tessuto osseo compatto e all'interno da una sostanza gialla detta midollo osseo o midollo giallo. Le epifisi sono formate da tessuto osseo spugnoso rivestito da tessuto osseo compatto. Tutte le ossa infine sono rivestite da una robusta membrana fibrosa detta periostio che contiene cellule speciali gli osteoblasti in grado di accrescere e riparare l'osso


 

LE ARTICOLAZIONI


Le ossa dello scheletro sono circa 208 e sono collegate per mezzo delle articolazioni o giunture.

- Le articolazioni fisse non permettono alcun movimento esse prendono il nome di suture.

- Le articolazioni semimobili permettono movimenti parziali e le ossa sono unite mediante una cartilagine elastica,la giuntura cartilaginea.

- Le articolazioni mobili permettono ampi movimenti le superfici delle ossa sono rivestite da cartilagine e unite da legami fibrosi.  

 

STRUTTUTA DELLO SCHELETRO:

Il nostro scheletro si suddivide in tre parti: scheletro del capo, scheletro del troco e scheletro degli arti.
Scheletro del capo:

E' formato da 34 ossa ed è formato da scatola cranica e scheletro facciale. La scatola cranica è formata da ossa piatte saldamente unite fra loro che hanno il compito di proteggere il cervello.
Lo scheletro facciale ha il compito di proteggere gli organi facciali, è formato da ossa di forme diverse.
Lo scheletro del tronco è diviso in colonna vertebrale e gabbia toracica.
La colonna vertebrale, costituita da 33-34 vertebre, unite tra loro da articolazioni semimobili, tra una vertebra e l'altra è presente un disco intervertebrale. Ogni vertebra è formata dal corpo vertebrale e dall'arco vertebrale. Da qui partono delle sporgenze: le apofisi. Questi due componenti delimitano il foro vertebrale. Dalla sovrapposizione dei fori si forma il canale vertebrale che contiene il midollo spinale. La colonna vertebrale è lunga 70-75 cm ed è divisa in 5 parti: cervicale, dorsale, lombare e sacrale.
La gabbia toracica protegge gli organi interni ed è formata da ossa piatte: le costole.
Le costole sono 12 e si suddividono in 7 costole vere, attaccate allo sterno, e da tre costole false.
Lo scheletro degli arti si divide in scheletro degli arti superiori e scheletro degli arti inferiori. Lo scheletro degli arti superiori si attacca al tronco per mezzo delle scapole e delle  clavicole formando il cinto scapolare. Lo scheletro degli arti inferiori si attacca al tronco per mezzo di tre ossa: l'ileo, l'ischio e il pube che formano il cinto pelvico o bacino.

LE FUNZIONI DELLO SCHELETRO:


Il nostro scheletro svolge delle importanti funzioni:

"   Sostiene il corpo, assicurando il mantenimento della funzione eretta,
"   Protegge organi importanti,
"   Produce le cellule del sangue, soprattutto i globuli rossi grazie ad una funzione chiamata emopoiesi,
"   Costituisce una riserva di sali minerali.

 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu